Optica Group - logo
sito Optec versione italiana Optec website english version
Ottiche Spazio

OTTICHE SPAZIO

Optec è presente nel panorama spazio internazionale da molti anni. I primi sistemi realizzati per l’utilizzo nello Spacelab, missione D2, sono stati consegnati nel 1992 e annoveravano tra l’altro sistemi ottici coinvolti nell’esperiemento Advanced Fluid Physics Module (AFPM).

Sempre al passo con il progresso tecnologico in ambito optomeccanico, Optec è direttamente coinvolta nella realizzazione di sistemi ottici per satelliti e stazioni spaziali per varie agenzie internazionali.

Negli anni Optec è stata protagonista di numerosi successi in questo campo.

Solo per citarne alcuni:
Nel 2001 collaborazione con CGS sono state realizzate delle apparecchiature tutt’ora in funzione nel BIOLAB installato sulla ISS.

Nel 2003 è stato realizzato il sistema di visione, in collaborazione con l’Osservatorio di Astrofisica di Torino (OATO) per l’esperimento SCORE che ha analizzato la corona solare

In collaborazione con TSD, nel 2010, è stato realizzato il sistema ottico e di acquisizione per la missione PRISMA www.tsd-space.it & www.prismasatellites.se che è tuttora operativa e funzionante in orbita geostazionaria.

Sono attualmente in produzione, in collaborazione con importanti realtà italiane, vari moduli ottici per sistemi di visione tridimensionale e piccoli ma performanti zoom per l’installazione su rovers esplorativi.

In particolare Optec ha realizzato il progetto ottico e l’assemblaggio per il progetto ASI (Agenzia Spaziale Italiana) M.O.S.S. (Multi Ocular Smart Sensor), in collaborazione con TSD e Tecnottica, per la costruzione di 4 sistemi ottici che verranno utilizzati come ausili per la navigazione in missioni di esplorazione planetaria.

In ambito internazionale è stato realizzato il primo sistema ottico “diffraction limited” con telecamera multicanale che volerà su un satellite per l’acquisizione in orbita geostazionaria del suolo terrestre.

La collaborazione con Space Flight Laboratory (SFL) e University of Toronto Institute for Aerospace Studies (UTIAS) ha portato al primo satellite ottico multicanale ad altissima risoluzione.

Il sistema ottico, dalla comprovata qualità ottica, è in grado di discriminare otticamente grandezze di 1 metro sulla crosta terrestre.
La testa di acquisizione è basata su un prisma multicanale realizzato e studiato appositamente da Optec per l’impiego in ambito spazio e consta di 6 canali separati di acquisizione.
Tutti i sistemi spazio utilizzano gli ultimi ritrovati in termini di materiali a bassissimo outgassing, leghe speciali e tecnologie di progettazione avanzate.
Ogni condizione di lavoro è minuziosamente studiata e modellata tramite programmi di analisi ad elementi finiti, esperimenti e test termici e di vibrazione, in modo da rispondere ai requisiti del cliente.

In aggiunta a queste applicazioni Optec è coinvolta nella progettazione e realizzazione della strumentazioni di controllo di terra per la verifica delle funzionalità e la calibrazione dei sistemi ottici mandati in missione nello spazio come per esempio il sistema Sentinel 4 prodotto per ESA da Astrium realizzato in collaborazione con MICOS.

Per le fasi di assemblaggio Optec può avvalersi di 2 camere bianche e varie zone in ambiente controllato in classe ISO 5 in modo da garantire la minor contaminazione possibile nei sistemi ottici destinati all’impiego spaziale.